Cibo sano per stare bene

Ciò che sto per dire vale sia per il Caregiver che per la persona cara di cui ci prendiamo amorevolmente cura.

È un argomento che di fatto è utile per tutte le persone, in effetti, ma in questo caso lo dedico esplicitamente alle persone bisognose di aiuto come quelle di cui i Caregivers si prendono cura.

Molto spesso si tratta di persone anziane, ma non è detto, ci sono anche genitori caregivers.

Qui però tratterò della mia esperienza personale con mia mamma (visto che questo spazio web è nato grazie a lei).

In qualche articolo precedente ho accennato che il mio compito di Caregiver è iniziato circa un anno e mezzo fa ad oggi, più o meno. Una delle cose principali che ho fatto quando ho iniziato ad occuparmi di mia mamma è stato capire quali sono le motivazioni che hanno indotto il suo fisico a ribellarsi all’equilibrio di salute e declinare verso uno stato di malessere. Mi sono informata soprattutto sulle opportunità di guarigione o di recupero del suo stato in generale, approfondendo le tematiche che la riguardano laddove potevano essere risolvibili o comunque migliorabili.

Siccome poi il nostro personale equilibrio parte soprattutto da ciò che introduciamo all’interno del nostro corpo, intendo dire in qualità di carburante ovvero cibo, va da sé che se mangiamo cibo nutriente e sano il nostro corpo starà bene, altrimenti no.

Purtroppo la nostra società è un pentolone carico e zeppo di condizionamenti alimentari (e non solo) sbagliati dettati dal continuo accelerare del consumismo, ma di questo non parleremo in questa sede.

Invece, voglio raccontarvi di come, in breve tempo, grazie ad un’alimentazione sana ed equilibrata, mia mamma ha raggiunto un ottimo risultato eliminando due problematiche di salute:

1. Il colesterolo alto

2. La pressione alta

In un arco di tempo breve, grazie all’introduzione di un’alimentazione di stile vegano, eliminando tutto ciò che era nocivo per le due patologie e prediligendo alimenti sani e nutrienti, il farmaco che assumeva per equilibrare la pressione è stato definitivamente eliminato e il colesterolo è diventato assolutamente perfetto.

L’assunzione di latte di mandorle e riso invece del latte vaccino, la sostituzione di formaggi animali con formaggi vegetali anche crudisti e l’aumento delle porzioni di frutta e verdura nei singoli pasti, accompagnando il tutto con semi, frutta secca e alghe, l’hanno portata ad assaporare gusti nuovi e molto graditi per il suo palato ma, soprattutto, a ritrovare uno stato di benessere privo di farmaci.

Mia mamma ha però avuto la fortuna di ritrovarsi una figlia con un regime alimentare vegano/crudista che le preparava piatti sfiziosi e saporiti e che tutt’ora la segue in questo percorso.

PS: se hai bisogno di info e consigli, scrivimi pure!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...